HOME | Notizie | Newsl. | Foto | Link | Download | Forum | FAQ | Mappa | EMail | Login |
Benvenuto nel portale del Camping Velino di Tagliacozzo!   TESTO +=-
 
News
Turismo
info sulla marsica
22/01/2006 37 comuni nella provincia dell'Aquila

Il nucleo funzionale ed economico dell’area marsicana, rappresentato dalla piattaforma lacustre del Fucino, trova una prima naturale estensione nel territorio d
leggi tutto
Turismo
la storia di tagliacozzo
Click 21/01/2006 borgo marsicano teatro di battaglie medievali

Le origini di Tagliacozzo risalgono probabilmente al V secolo, ad opera dei Goti, ma è dal X secolo che la si trova menzionata come possedimento dei  conti de' Marsi: sempre probabil
leggi tutto
Eventi
eventi gastronomici
Click 21/01/2006 prelibatezze paesane

GENNAIO:
17 Gennaio: leggi tutto
In Evidenza

Camping Velino
Titolo Breve
01/03/2008 Webcam dal Campeggio


Calendario
LUGLIO 2017
LMMGVSD
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Consulta il Calendario
Contatti: 1300427
AGG.: 22/07/2017
Turismo
La Storia di Tagliacozzo
Click 21/01/2006 borgo marsicano teatro di battaglie medievali

Le origini di Tagliacozzo risalgono probabilmente al V secolo, ad opera dei Goti, ma è dal X secolo che la si trova menzionata come possedimento dei  conti de' Marsi: sempre probabilmente, fu occupato il sito preesistente da esuli alla ricerca di un luogo protetto.
Dopo essere stata signoria dei Berardi e dei De Pontibus, divenne possedimento degli Orsini intorno al 1250, la loro presenza fu determinante per la configurazione architettonica ed urbana della città. Nel 1497 passò sotto altri patrizi romani, i Colonna, con i quali assunse il titolo di ducato e al nucleo centrale si aggiunsero alcuni borghi vicini.
Nella memoria comune, il nome di Tagliacozzo è legato alla battaglia svoltasi il 23 agosto del 1268 tra gli imperiali comandati da Corradino di Svezia e i franco-pontifici di Carlo I d'Angiò. Come andò a finire lo sappiamo: Corradino ebbe la peggio, rifugiatosi presso Corrado Frangipane fu da questi consegnato all'avversario ed ebbe la testa tagliata.
Il pittoresco abitato sorge a 732 metri sul livello del mare, sulle pendici del monte Arunzo, proprio allo sbocco della gola dove riaffiora, dopo un corso sotterraneo, il fiume Imele.
La parte antica è addossata ad uno sperone del monte Bove mentre, più in basso, lungo la via Valeria, iniziarono ad estendersi i quartieri "più recenti". Il borgo antico ha un ordito denso e minuto, le case sono basse, per lo più ad un piano, prevale il tipo di muratura grezza, a secco, appena interrotto da piccolissime finestre. Erano abitazioni di pastori e artigiani, notevole era lo spazio riservato alle stalle, le decorazioni sono limitatissime, qualche cura la si trova negli ingressi, generalmente ad arco incorniciati da conci di pietra. Talvolta, nelle chiavi dell'arco, è possibile vedere rilievi di fattura rustica, popolare, con emblemi di mestieri o monogrammi. Diffusi sono i picchiotti di ferro che ornano i portoni di legno. L'espansione della città verso la pianura ebbe inizio attorno al 1300, partendo dalla chiesa dei Ss. Cosma e Damiano, già esistente nell'XI secolo, rimaneggiata in seguito nel 1452 e rifatta nel 1541. Questa chiesa si staglia con prepotenza nel tessuto urbano, più simile ad un forte che ad un monastero, con finestre munite di inferriate che si aprono sulla muraglia priva di qualsiasi ornamento. Nella stessa zona, sorse la chiesa di S. Francesco, rimaneggiata, ma di cui si possono ammirare un bel portale e un grande rosone a ruota del XV secolo.  Poco lontano sorse, per volere degli Orsini, l'imponente Palazzo Ducale, che conserva affreschi quattrocenteschi nella loggia e nella cappella laterale, che ha il soffitto a cassettoni. Il palazzo ha quattro portali rustici sulla facciata e presenta due ordini di finestre: le prime sono bifore e risalgono al XIV secolo, le seconde, di linea diversa e riccamente modellate, risalgono al secolo seguente.
Interessante è anche la chiesa di Santa Maria del Soccorso, risalente al secolo XII e anch'essa rimaneggiata. Sulla bella piazza dell'Obelisco, che si erge sul luogo dell'antica gogna, un tempo sede del mercato, si affacciano alcuni pregevoli palazzi che testimoniano l'importanza della cittadina nei secoli passati: antichi portici tamponati in seguito ad un provvedimento militare del re di Napoli Gioacchino Murat, palazzi stilisticamente omogenei, con l'ultimo piano alleggerito da loggiati.
Per le linee eleganti ricordiamo palazzo Resta, palazzo Rota, palazzo Mastroddi. Non presentano molte decorazioni, se si eccettuano i fastosi  stemmi e le sculture che arricchiscono i portali.

di harmix

stampa la pagina torna indietro


Turismo | recenti
21/03/2008 Marsica oggi Turismo
22/01/2006 musei di tagliacozzo Turismo
22/01/2006 info sulla marsica Turismo
21/01/2006 la storia di tagliacozzo Turismo
21/01/2006 L'Abruzzo a tavola Turismo
21/01/2006 parco Sirente-Velino Turismo

«« « » »»
Leggi tutti gli articoli della categoria


Notizie | recenti
03/05/2008 di Giovanni Iacomini News
24/03/2008 sciare a tagliacozzo News
21/03/2008 Marsica oggi Turismo
20/03/2008 Tagliacozzo News
01/07/2007 Un messaggio di Pace girando in carozzella News
06/02/2006 iscriviti alle newsletter News

«« « » »»



Notizie | più letti
37131 21/01/2006 la storia di tagliacozzo Turismo
30640 21/01/2006 feste fiere e sagre Eventi
30403 22/01/2006 offerta vacanze News
29048 22/01/2006 tutte le manifestazioni News
28620 21/01/2006 eventi religiosi Eventi
27249 21/01/2006 eventi gastronomici Eventi

«« « » »»



Notizie
News
Diario
Eventi
Turismo

      W3C HTML 4.01

www.campingvelino.com
HOME | Notizie | Newsl. | Foto | Link | Download | Forum | FAQ | Mappa | EMail | Login |
Powered by ATLABASE CMS (c)2005 Camping Velino - Via Tiburtina Valeria km100 - 67069 Tagliacozzo (AQ)